Cottura a Bagnomaria, quali vantaggi? - La Russolillo

Cottura a Bagnomaria, quali vantaggi?

Il profumo dei pomodori racconta di un sentimento che ci sembra lontano ma familiare al tempo stesso. Profumo d’estate, di spensieratezza, di famiglie riunite per il rito dei “pomodori”. La Russolillo produce le sue conserve di pomodoro ricalcando fedelmente l’antica usanza campana, sopravvissuta fino a tempi recenti, di riunire la famiglia per preparare insieme conserve di pomodoro da mettere in dispensa ed utilizzare tutto l’anno.

Vecchio metodo mai tradito su tutte le nostre produzioni da 35 anni.
Le cose fatte lente sono le migliori, pastorizzazione più lenta e delicata dei tunnel di vapore, per preservare colore, odore, freschezza e valori nutrizionali.
Un sapore che ritorna dal passato, intatto, perché rispettiamo quei principi di produzione.

Per riportare in tavola solo il sapore vero del pomodoro, questo viene raccolto a mano e lavorato entro le 24 ore per poi essere pastorizzato a bagnomaria, consentendogli di conservare intatte le proprietà organolettiche. Per le nostre conserve, inoltre, non utilizziamo acido citrico.

In cosa consiste?

In pratica, consiste nel cuocere il prodotto in modo indiretto, cioè senza il contatto diretto con la fonte di calore, ma tramite un altro mezzo, l’acqua.quest’ultima raggiunge una temperatura massima che e è quella di ebollizione (100°C) garantendo una cottura, seppur lunga, ma delicata, con tutti i vantaggi suddetti.

In opposizione, il metodo principalmente usato dalle industrie è il tunnel di pastorizzazione. Il suo funzionamento mette a contatto il prodotto direttamente con il vapore secco che supera ampiamente la temperatura del metodo bagnomaria. questo fa si che il prodotto subisca uno shock termico e le proprietà organolettiche del pomodoro vengano intaccate (ciò si rispecchia anche nel sapore, più piatto).

en_GBEnglish (UK)