Chi Siamo

Una tradizione di famiglia

logo simbolo scontornato
Nel 2008, Antonio Russolillo fonda “La Russolillo”.
L’idea nasce dall’esigenza di immettere sul mercato conserve artigianali, che già da vent’anni godeva della stima di parenti e amici del padre Salvatore, il quale verso la fine degli anni ’80 iniziò a produrre, con il tradizionale metodo artigianale, conserve di pomodoro.
Grazie al sapore e all’odore unico di questa passata di pomodoro, la richiesta del prodotto andò sempre più aumentando, tra conoscenti e piccoli mercati limitrofi.
Da qui prende vita l’attività del figlio Antonio di fondare “La Russolillo”(utilizzando la stessa linea di produzione artigianale del padre, fedele com’era alle tradizioni di un tempo, che sì, permette la lavorazione di piccole quantità di prodotto, ma con un risultato eccellente in termini di qualità) in modo da poter inserire nel mercato delle conserve industriali, conserve artigianali che facciano riscoprire al consumatore i sapori di un tempo.
Il processo produttivo è rimasto fedele al tipo di produzione casareccia, com’era da tradizione fino a qualche anno fa in quasi tutte le famiglie campane, come ad esempio la scottatura del pomodoro e la pastorizzazione del prodotto finito a bagnomaria (processo termico molto più delicato di quelli industriali che ci permette di preservare meglio le proprietà organolettiche). La raccolta del pomodoro a mano, l’attenta selezione in azienda e i tempi di stoccaggio non superiori alle 24 ore inoltre, ci permettono di evitare l’uso dell’acido citrico, motivo principale della differenza di sapore tra i nostri prodotti e quelli industriali (l’acido citrico è anche la causa dei bruciori di stomaco che tanti avvertono con l’uso delle conserve di pomodoro industriali e non più con i nostri prodotti).
Dopo 30 anni di esperienza e 10 dalla fondazione del marchio, La Russolillo può vantare oggi una linea di produzione abbastanza automatizzata, in grado di coniugare efficienza e rispetto dei principi di produzione artigianale e ciò ci permette di poter affrontare grossi canali di vendita nazionali ed esteri, grazie anche al fatto di offrire un paniere di eccellenze italiane, anche biologiche (o.c. Bioagricert dal 2015), che accompagnino il consumatore dagli antipasti, alla pasta e condimenti.
raccolta pomodori
panoramica laboratorio